Quello che devi sapere sull’allattamento

TU SENTI ME, IO SENTO TE, NOI DUE CI APPARTENIAMO

Ciao a tutte le mamme, oggi voglio parlarvi di quanto sia importante la fase dell’allattamento non soltanto per i vostri piccoli, ma anche per voi stesse.

Fin dalla nascita i bambini hanno dei riflessi innati. Tra questi, il più importante è il riflesso di ricerca del seno materno e quindi il riflesso di suzione, in quanto i primi recettori si sviluppano sulla bocca.
Il contatto fisico, pelle a pelle, tra madre e neonato dopo la nascita e l’allattamento al seno sono molto importanti.

L’allattamento al seno è il momento migliore per nutrire un neonato, si può allattare anche ed oltre due anni di età. È uno dei momenti più naturali e magici del mondo.

Subito dopo il parto per i primi 5 – 6 giorni viene prodotto il COLOSTRO, anche detto “primo latte”, che entrerà nell’intestino del neonato formando una specie di barriera contro i batteri. Questo rappresenta la prima immunità del neonato.

Dal 6° al 14° giorno il latte comincia a cambiare la sua composizione in quanto c’è un minor quantitativo di proteine e sali minerali, ma contiene più zuccheri e lipidi.

Dal 15° giorno il vostro latte sarà definito maturo, ricco di proteine e glucidi e pochi sali minerali.

Il latte materno è l’alimento ideale per il bambini in quanto non è allergizzante, ricco di anticorpi, sempre pronto all’uso alla giusta temperatura e non crea coliche.

Ci sono dei vantaggi nell’allattamento, vediamo quali sono: 
• Rafforzamento del rapporto madre – figlio.
• Protezione sulle allergie.
• Protezione delle infezioni del tratto gastro-intestinale e genio-urinario.
• Sviluppo del timo che protegge l’organismo.
• Il latte materno è meno soggetto a contaminazione ed è altamente digeribile.
• Determina la contrazione uterina, facilitando il ritorno dell’utero allo stato pre-gravidico.
• Riduzione del rischio di tumori al seno e alle ovaie.

Il neonato dovrebbe essere attaccato al seno liberamente senza orari fissi. 
Sarebbe meglio attaccarlo ogni volta che esso lo richiede, in modo tale da avviare un buon allattamento a richiesta. In linea di massima non si dovrebbe mai superare le 3 ore tra una poppata e l’altra, sopratutto nei primi giorni, arrivando a circa 10 – 12 poppate al giorno. 

Molte volte care mamme i neonati usano il seno non solo per mangiare e bere, ma anche per consolarsi e per creare un legame particolare con voi.

Un’altra cosa molto importate mamme è il corretto posizionamento del vostro bimbo al seno, è importante che la bocca copra una porzione di mammella sufficiente per far si che non si verifichino problemi al seno, come ad esempio le “ragadi“, facendo attenzione che il piccolo non prenda solo il capezzolo ma anche parte dell’areola.

Un buon avvio dell’allattamento garantisce un adeguato flusso e un adeguato apporto di latte. 
Per aumentare la probabilità che l’allattamento continui nel tempo è necessario evitare altre forme di nutrimento esterno.
Può succedere che alcune mamme non abbiano il latte, ed è per questo che c’è l’allattamento artificiale.  
Questo tipo di allattamento avviene con il latte vaccino o in formula. 

Esistono due tipi di latte in formula.
1. Latte che va fino ai 6 mesi di vita 
2. Formula di proseguimento

Il latte artificiale può essere liquido quindi pronto all’uso, oppure in polvere. Quest’ultimo si prepara diluendo un misurino in 30 ml di acqua.

Il latte vaccino solitamente va consigliato dopo il 6° mese di vita del vostro piccolo, perché è pesante e può provocare delle coliche gassose, contiene più proteine, sali minerali e pochi carboidrati. Può essere preparato per tutte le poppate necessarie, purchè sia conservato in frigorifero direttamente nelle bottiglie.

Al termine di ogni poppata la tettarella e il biberon devono essere ben pulite e vanno sterilizzate. 

Vi consiglio alcune une marca da poter utilizzare per i vostri piccolini:
• Nestlè
• Mellin
• Plasmon
• Nipiol
• Humana
• Aptamil
• Hipp
• Mio

Esistono altri tipi di latte artificiali, come quello di soia, riso e altri che però prevedono una consultazione del pediatra.

POST SIMILI

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ARTICOLI RECENTI

Avete mai sentito parlare della spina bifida e cosa fare per prevenirla?

La SPINA BIFIDA Ciao mamme, oggi vorrei parlarvi di un argomento molto molto delicato e particolare, la SPINA BIFIDA.

Sei a conoscenza dei permessi speciali che puoi prenderti dopo la gravidanza?

IL RITORNO AL LAVORO Ciao mamme, oggi gran parte di voi ha una occupazione e quindi poche settimane dopo...

Non inciampare in gravidanze non volute.

LA CONTRACCEZIONE DOPO IL PARTO Voglio precisare che tutto quello che scriverò in questo mio articolo, sono solo...

Sei a conoscenza delle regole per una buona poppata?

LE REGOLE DELLA BUONA POPPATA Ciao mamme, ci sono delle regole importantissime da seguire durante all'allattamento, vediamo quali sono...

La salute del mio bimbo

Il pedriata Oggi care mamme parleremo della scelta del pediatra, un argomento delicato e importante per il futuro del...